Ambiente

ISO 14001:2015 – Sistema di Gestione Ambientale

La scelta da parte delle aziende di sviluppare e certificare il Sistema di Gestione Ambientale deriva da una sempre maggiore responsabilizzazione sul monitoraggio e la riduzione del proprio impatto ambientale e dalla volontà di dare risposta all’interesse crescente, manifestato verso gli aspetti ambientali dal pubblico e dai principali clienti.

La norma UNI EN ISO 14001 specifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale per consentire ad un’organizzazione di sviluppare ed attuare una politica e degli obiettivi che tengano conto delle prescrizioni legali, delle altre prescrizioni che l’organizzazione stessa sottoscrive e delle informazioni riguardanti gli aspetti ambientali significativi.

Un aspetto importante da sottolineare è la forte integrazione che è possibile sviluppare tra un sistema di gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001 ed un sistema di gestione per la qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001. Infatti alcuni processi sono comuni ai due sistemi (es. Audit, Riesame, Miglioramento , Risorse, ecc.), mentre altri vanno opportunamente resi coerenti (progettazione e sviluppo con valutazione degli aspetti ambientali legati al prodotto e al suo ciclo di vita, produzione con controllo operativo degli aspetti ambientali, ecc.).

I sistemi Qualità-Ambiente integrati permettono di ottimizzare le risorse e le attività, sviluppare piani di miglioramento sinergici, ridurre i documenti e le registrazioni.

STRUTTURA DI BASE DELLA ISO 14001:2015

image001

PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE DALLA ISO 14001:2015

  • Applicazione del “High Level Structure” (HLS) (nuova struttura, secondo la direttiva ISO annexe SL)
  • Rafforzamento dei requisiti di leadership (contesto, strategia, risultati, integrazione)
  • Rafforzamento del risk-based thinking, al fine di sostenere e migliorare la gestione degli aspetti ambientali applicabili
  • Maggior coinvolgimento del contesto organizzativo (temi rilevanti, parti interessate)
  • Maggiore attenzione al coinvolgimento utilizzo prodotti e gestione end-of-life, ove applicabile il ciclo di vita del prodotto/servizio
  • Precisazioni riguardanti la definizione del campo d’applicazione del sistema di gestione
  • Minore enfasi sui documenti
  • Maggiore attenzione alla comunicazione esterna
  • Maggiore attenzione al raggiungimento dei risultati previsti dal sistema di gestione

L’APPROCCIO M&IT CONSULTING

Il programma di consulenza per lo sviluppo/adeguamento dei Sistemi di Gestione Ambientale, si sviluppa secondo le fasi di seguito illustrate:

  • Identificazione e valutazione della significatività degli aspetti ambientali;
  • Analisi Ambientale (contesto esterno, contesto interno, stakeholder e loro aspettative, campo di applicazione SGA, aspetti legali, aspetti ambientali);
  • Analisi del Ciclo di Vita e della Catena del Valore;
  • Analisi e valutazione del rischio per la gestione degli aspetti ambientali;
  • Adeguamento/emissione dei documenti di sistema (Manuale e Procedure) e della relativa modulistica al nuovo standard ISO 14001:2015;
  • Riesame della Politica Ambientale;
  • Preparazione e individuazione delle risposte alle emergenze ambientali;
  • Pianificazione e conduzione degli audit per valutare la conformità legislativa ambientale;
  • Pianificazione e conduzione degli audit per valutare l’adeguatezza ed efficacia del SGA (con particolare focalizzazione agli aspetti ambientali significativi);
  • Supporto all’individuazione delle azioni correttive e preventive necessarie a rimuovere le cause di non conformità con conseguente verifica della loro attuazione ed efficacia;
  • Supporto alla pianificazione e registrazione degli interventi formativi riferiti al SGA;
  • Verifica e miglioramento del sistema di indicatori prestazionali (KPI) coerentemente con le priorità di miglioramento e gli aspetti ambientali applicabili;
  • Supporto nella definizione degli obiettivi e dei relativi programmi ambientali in relazione al sistema degli indicatori prestazionali (KPI);
  • Supporto al monitoraggio dell’andamento dei programmi ambientali e del raggiungimento degli obiettivi stabiliti;
  • Conduzione e verbalizzazione del Riesame della Direzione.
  • Assistenza operativa durante gli Audit condotti dall’Ente di Certificazione prescelto e gestione dei rapporti e delle comunicazioni con lo stesso.

image002

REGOLAMENTO EMAS III

Il Regolamento (CE) EMAS III n. 1221 del 2009 definisce i requisiti del sistema comunitario di ecogestione ed audit (EMAS), che si propone l’obiettivo di favorire, su base volontaria, una razionalizzazione delle capacità gestionali delle organizzazioni in tema di ambiente, basata non solo sul rispetto dei limiti imposti dalle leggi, che rimane comunque un obbligo dovuto, ma sul miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali, sulla creazione di un rapporto nuovo e di fiducia con le istituzioni e con il pubblico e sulla partecipazione attiva dei dipendenti.

La credibilità del sistema EMAS è basata su criteri di assoluto rigore da parte di tutti i soggetti che operano all’interno del sistema stesso:

  • le imprese e, più in generale, le organizzazioni che scelgono questa strada su base volontaria
  • i verificatori ambientali accreditati, che devono interpretare il loro compito con rigore e professionalità
  • gli Organismi di accreditamento dei verificatori ambientali e gli Organismi nazionali competenti, che devono svolgere il ruolo affidato loro dallo Stato con assoluta competenza, indipendenza e imparzialità

Questi presupposti hanno spinto, negli ultimi anni in Italia, le Autorità, soprattutto locali, a prestare particolare attenzione all’introduzione nella legislazione di specifici benefici per le imprese EMAS.

Il Regolamento EMAS n.1221/2009, attualmente in vigore, è il risultato di una evoluzione che ha accentuato la sua capacità di favorire cambiamenti profondi nel comportamento delle imprese e delle organizzazioni in direzione di una attenzione alle problematiche ambientali, che va al di là del semplice controllo dell’impatto da esse generato.

L’obiettivo di EMAS consiste nel promuovere miglioramenti continui delle prestazioni ambientali delle organizzazioni mediante:

  • conformità giuridica
  • introduzione e attuazione di un sistema di gestione ambientale conforme alla sez. 4 della EN ISO 14001
  • l’impegno a migliorare continuamente le proprie prestazioni ambientali, attraverso la definizione di appropriati indicatori ambientali (si veda la Raccomandazione CE n. 532 del 10 luglio 2003
  • dialogo aperto con il pubblico ed altri soggetti interessati
  • partecipazione attiva dei dipendenti
  • inserimento degli aspetti ambientali significativi associati ai fornitori nel SGA e coinvolgimento degli stessi, affinché si conformino alla politica ambientale dell’organizzazione quando svolgono le attività oggetto del contratto.

Oggi EMAS si presenta come uno strumento formidabile ad ampio spettro per attuare concretamente i principi dello sviluppo sostenibile.

Modulo di contatto
Dati personali
Contatti

(* dati obbligatori)

M&IT Consulting Srl
Sede di Bologna: via R. Longhi, 14/a - 40128 Bologna - tel. 051 6313773 - fax 051 4154298
Sede di Monza: via Borgazzi, 27 - 20900 Monza - tel. 039 9718531
Iscritta al R.I. di Bologna | C.F. 91197950370 | P.I. 02086101207 | Capitale sociale € 100.000,00 i.v.